Nel mondo, non tutti i bambini sono felici. Molti di loro devono subire l’avversità del destino sin dalla loro nascita.

unicef-ruce

 

Soffrono la fame, non hanno accesso all’acqua potabile e alle strutture sanitarie, vivono in condizioni malsane, ed è negato loro un luogo appropriato dove vivere, non hanno accesso allo studio, sono tormentati dai conflitti, dalle torture, dagli abusi e dallo sfruttamento. La morte e la paura accompagna la loro vita quotidiana. Manca loro l’assistenza sanitaria di base, e questo fa sì che la mortalità infantile sia molto elevata a causa delle malattie, le quali potrebbero essere prevenibili con le adeguate vaccinazioni e medicine. Pensiamo che nessuna persona al mondo possa essere indifferente a tutto questo, al destino di questi bambini.

L’UNICEF é un fondo creato dalle Nazioni unite presente in più di 190 paesi del mondo. È stato fondato nel 1946, originariamente per aiutare i bambini vittime, della seconda guerra mondiale. Dal 1953 ad oggi si è specializzata in soccorso diretto e immediato ai bambini, all’assistenza umanitaria in caso di catastrofi naturali, oppure in caso di conflitti che minacciano i loro diritti fondamentali alla salute e alla vita. L’UNICEF ha avviato programmi speciali volti a garantire loro una vita più sicura, e una particolare attenzione viene dedicata al problema della povertà. Fornisce sia un aiuto materiale sia supporto psicologico e sociale. Lo scopo di questi progetti è assicurare ai bambini l’assistenza sanitaria di base, una adeguata alimentazione, l’accesso all’acqua potabile, avere cura della loro protezione contro ogni violenza e dagli abusi.

 L’UNICEF viene supportata anche dalla nostra clinica, che si dedica alla cura dell’infertilità delle coppie provenienti da varie parti del mondo. I nostri impiegati contribuiscono non solo in modo economico, ma partecipano anche attivamente alla diffusione di coscienza del lavoro svolto da questa organizzazione. Hanno deciso di sostenere la campagana dal nome „La scuola nella scatola“ contribuendo a comprare cartelle, quaderni, matite, penne ed altri articoli di scuola in modo tale da permettere ai bambini di tornare a scuola dopo le catastrofi che hanno afflitto i propri paesi. Hanno anche partecipato al progetto „Crediamo in zero“, il cui obiettivo era di impedire che un qualsiasi bambino possa soffrire di fame, della mancanza di acqua potabile, sia vittima di abusi e abbia diritto all’educazione. Con il loro atteggiamento mettono quindi in evidenza la propria missione di medico e dimostrano che non chiudono gli occhi davanti a ciò succede al mondo e che tengono molto a prendersi cura della salute umana e la vita di tutti senza fare differenza e senza tener conto dei confini.

 Nel nostro centro di medicina legato alla riproduzione crediamo che i bambini sia il nostro futuro e il sorriso di questi ci rallegra allo stesso modo come questo rende felici i loro genitori. Con la nostra partecipazione in questi progetti cerchiamo quindi di restituire il sorriso negli occhi dei bambini, altrimenti tristi.

 

Consulta gli articoli di altre categorie del nostro blog